Altri turismi crescono

Testo di sociologia che si propone di comprendere e piegare come e perché la pluralizzazione so"Altriciale in atto sia connessa alla crescita e alla differenziazione dei turismi e dei comportamenti turistici. Il volume si concentra sulla relazione tra “altri” turismi e spazio. La prima parte si apre con un saggio di che riflette sulla relazione tra turismo e aree rurali, cercando di capire quali siano le prospettive future, individuando opportunità ma anche contraddizioni. Esso include diverse forme di accoglienza che vanno dall’ospitalità in agriturismo (riportando i recenti studi sull’evoluzione della domanda e dell’offerta in Italia), a quelle in B&B, dall’accoglienza in albergo a quella in case private. Il secondo capitolo è dedicato allo specifico turismo del sacro: l’”ecoturismo religioso”, affrontando principi e dettami religiosi che regolano i rapporti tra il genere umano e l’ambiente naturale secondo fedi e credenze più diffuse; viene illustrato il crescente interesse verso l’ecoturismo cristiano, che può essere considerato “altro” in quanto innovatore all’interno del turismo del sacro. "Notturno"Il terzo saggio riflette sul turismo d’avventura. Dalla definizione alla proposta di uno schema di variabili alla luce delle quali interpretare la complessità del fenomeno per chiudere con un’analisi delle principali motivazioni soggiacenti al turismo d’avventura. Il quarto saggio tratteggia un quadro delle principali caratteristiche della crociera fluviale in Europa, turismo in notevole incremento, delineando lo scenario quantitativo dei turismi fluviali e lo stato degli studi; presenta poi le principali offerte degli operatori, con itinerari europei, nazionali e a “tema”; conclude presentando le principali difficoltà di radicamento in Italia rispetto ad altri paesi europei. La seconda parte si apre con il capitolo dedicato agli “altri” turismi urbani. Inquadra il turismo sotterraneo urbano sul versante storico-letterario, cercando di individuare caratteristiche e forme as"Sulsunte dall’offerta contemporanea, presentando e discutendo significativi esempi di turismo sotterraneo in Europa e in Italia. Il capitolo successivo indaga lo sfaccettato fenomeno del turismo della notte: dalla club culture ai fenomeni più underground come i rave parties e le prime feste in quella piccola metropoli insulare che è Ibiza. Segue poi un saggio sul turismo right budget, dove vanno affermandosi formule innovative: strutture multifunzionali, tematismi eco-friendly e la tendenza ad un’ibridazione dei modelli hotel e hostel. Il volume si chiude con la disamina della dimensione che riguarda il “consumo e la fruizione della diversità” e coinvolge quartieri etnici di molte città di grandi dimensioni, valutandone anche i possibili risvolti negativi che possono verificarsi come conseguenza della mercificazione. Esempi provenienti dalle città del Nord America, Canada, Australia e recentemente del Nord Europa mostrano come determinate ethnic enclave si siano da tempo trasformate in importanti ed inedite attrazioni turistiche. Tutti i contributi sono caratterizzati da una solida prospettiva comparativa e da un ampio numero di casi di studio.