De Ouaga a Douala en passant par Paris

Qual’è il ruolo dell’intellettuale africano? Quale quello della donna? Quali i problemi più urgenti dopo l’indipendenza? Queste altre domande si pongono due amici africani, ritrovatisi per caso in un bar di Parigi. Uno ha lasciato la sua terra da anni e si è integrato, l’altro è giunto da poco. Dai loro dialoghi nascono tre storie: la poetica testimonianza di uno dei lavoro artigianali le cui origini si perdono nella notte dei tempi, con l’atmosfera del villaggio saheliano e della sua vita povera; la breve storia di un taxista e della sua routine quotidiana, fatta di piccoli espedienti, di incontri divertenti o avventurosi con clienti che rappresentano uno spaccato della realtà africana divisa tra vecchio e nuovo; ed infine, il ricordo poetico della propria terra, attraverso il discorso dei due amici.