Disneyland e altri nonluoghi

I testi che compongono questo volume sono frutto di vari sopralluoghi,"Disneyland nel corso dei quali lo sguardo dell’etnologo si confronta con le immagini del turismo più divulgato. Disneyland e Mont-Saint- Michel, la spiaggia di Baule e il campo di battaglia di Waterloo, la cupola di plastica climatizzata del Center Parcs, contenente paesaggi tropicali in piena Noemandia e i castelli di Lodovico II di Baviera. E per chiudere il cerchio, un’immaginaria Parigi del 2040, affidata in gestione alla società Disneyland. Una descrizione sensibile e curiosa degli scenari turistici vecchi e nuovi, dove l’autore si racconta in prima persona e si confronta con il dubbio se, dichiarato il viaggio impossibile, il vero viaggio non sia quello effettuato nella realtà a noi più prossima. Nel racconto della visita alla fabbrica dell’Oréal di Aulnay-sons-Bois, i toni e gli entusiasmi del tradizionale racconto di viaggio.