Figli


E’ la storia di Rosa e Javier, due ragazzi dalle vite diverse ma che hanno qualcosa in comune: sono figli gemelli di una donna argentina, uccisa dalla dittatura militare che regnò in Argentina dal 1976 al 1982, dopo averli partoriti. Javier, prelevato da due uomini dell’esercito, fu dato in adozione ad una famiglia di complici del regime; Rosa, grazie all’aiuto di un’ostetrica, riuscì a sfuggire ai soldati. Rosa, vent’anni dopo a Buenos Aires, riesce con affannose ricerche a ritrovare il fratello, che vive a Milano con la nuova famiglia. Rosa con un’e-mail racconta a Javier le loro origini, la morte della madre e la separazione. Il ragazzo si rifiuta di credere, ma il dubbio è insinuato, incontra la sorella che gli mostra foto e certificati. La segue a Barcellona dove c’è un centro di analisi del DNA e lì vive l’ostetrica che li fece nascere. Vanno insieme ad affrontare la verità. (Si stima che i bambini scomparsi dopo la nascita in Argentina tra il 1976 e il 1984 siano circa 500, i casi denunciati 250, 72 i ragazzi ritrovati vivi – Associazione “Nonne di Plaza de Mayo”).