La domanda di turismo responsabile in Italia

Monitoraggio del livello di conoscenza e di diffusione del turismo responsabile in Italia, attraverso 1.000 interviste ad un campione nazionale. Principali carenze informative. L’indagine ha avuto come obiettivo l’analisi del “turismo responsabile”, ossia il turismo attuato secondo i principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture tipiche delle comunità ospitanti; in particolare, si è inteso dimensionarne il livello e la profondità di diffusione e di conoscenza. La messa a fuoco delle principali carenze, nonché della propensione ad adottare un modo diverso di fare  turismo, più consapevole ed etico, rispettoso delle diversità e dell’ambiente, lungimirante nelle sue azioni e prospettico nelle sue finalità conoscitive, ha consentito di delineare un quadro di quello che è lo  stato dell’arte del turismo responsabile. La valenza prima di un’analisi così condotta è quella di individuare e monitorare azioni più efficaci in termini di in-formazione, secondo una logica che supera i confini spazio-temporali del qui e dell’oggi, aprendosi ad un senso di cooperazione e interrelazione ampio e multiforme. L’ulteriore stratificazione secondo le principali variabili (sesso, età, professione, titolo di studio e provenienza per area geografica) amplia lo spettro di analisi e consente un utilizzo più strategico delle informazioni rilevate in termini da intraprendere e di leve di marketing da utilizzare. L’operato si conclude con un focus sul Senegal, che esamina il livello di conoscenza tra la popolazione italiana della comunità senegalese e la conseguente propensione a fare un viaggio di turismo responsabile in Senegal.