La promesse

Igor è un quindicenne belga che aiuta il padre Roger nella gestione di un traffico illegale di manodopera di "Laextracomunitari  clandestini. Hamidou, per pagare il debito dell’affitto a Roger, ha accettato di lavorare per lui in un cantiere, ma durante una vista degli ispettori del lavoro, cade dall’impalcatura e muore, dissanguato, ma fa in tempo a farsi promettere da Igor che aiuterà la sua famiglia. Un giorno arriva dal Burkina Faso, Assita, moglie di Hamidou con il figlioletto, convinta che l’assenza del marito sia solo momentanea. Igor l’aiuta e lo scontro con il padre si fa violento. Quando il bambino si ammala, Igor ruba il furgone del padre per portarla in ospedale, cerca di convincerla ad andare in Italia da alcuni parenti, le confessa la morte del marito. E’ la storia della presa di coscienza di Igor, della sua difficile scelta e del coraggio di rompere con lo sfruttamento e la brutalità.