L’attrice Piera Degli Esposti racconta la Cambogia

E’ l’inconfondibile voce dell’attrice Piera Degli Esposti a commentare le immagini delle strade a luci rosse, le abitazioni di lamiera di Phnom Penh ma soprattutto i centri dove una dottoressa, una maestra e tanti operatori raccontano come aiutano i "L’attricebambini a rischio sfruttamento sessuale.
“Vorrei diventare una dottoressa per curare mia mamma” dice la piccola Sokka, a due passi dalla sua abitazione di legno e lamiera. La madre è sieropositiva, storie come la sua sono l’ordinario in Cambogia, ma il video ci mostra dove i bambini vanno a studiare. Realizzato da ECPAT (END CHILD PROSTITUTION PORNOGRAPHY AND TRAFFICKING), associazione che difende i bambini ovunque ci sia il pericolo che vengano coinvolti nel mercato del sesso, per trasformare la loro condizione da quella di piccoli sfruttati a quella di bambini. ECPAT lavora in Italia per far conoscere il problema del turismo sessuale a danno dei minori e opera contro la pedopornografia. Realizza campagne contro la tratta e il traffico di minori; svolge attività di formazione al largo pubblico, nelle scuole sui diritti dell’infanzia. Lo sfruttamento sessuale è uno dei mercati più proficui per le organizzazioni criminali. Dal 1990 ECPAT lavora per proteggere i minori proprio da questo specifico sfruttamento e da tutte le sue forme di schiavitù contemporanee: il turismo sessuale, la prostituzione, la pornografia e la tratta a scopi di sfruttamento sessuale. ECPAT è presente in oltre 70 Paesi "ECPAT"attraverso organizzazioni che realizzano progetti di recupero delle vittime, progetti di prevenzione, campagne di informazione e sensibilizzazione sul fenomeno, azione di monitoraggio e promozione delle leggi, formazione.
Agli inizi degli anni ’90 nasce ECPAT-Italia e nel nostro Paese vi è un vuoto legislativo: la legge italiana non contempla in modo adeguato i reati di sfruttamento sessuale nei confronti dei minori. Così nel 1994 viene creato un coordinamento di organizzazioni, che rappresentino la campagna mondiale ECPAT, nata nel Sud-est asiatico, che ha l’obiettivo di promuovere una legge per tali reati. Da questo obiettivo specifico nasce ECPAT-Italia. Dopo quattro anni di lavoro in strettissimo rapporto con le istituzioni, nel 1998, il Parlamento italiano approva la Legge 269/998 contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia e del turismo sessuale a danno dei minori quali nuove forme di riduzione in schiavitù. Per il nostro Paese e per ECPAT-Italia si tratta di una grande vittoria.
ECPAT Italia
Via Scavolino, 61 – 00187 ROMA Tel. 06.69380406
www.ecpat.it         info@ecpat.it