L’’incontro con l’’altro(ve) verso nuove prospettive di viaggio: il Festival I.ta.cà e la Cooperativa (Tesi) 

Tesi di laurea in Etica dell’occupazione, del mercato e dell’ambiente presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna.

L’elaborato parte dall’analisi dei punti critici racchiusi nel concetto di turismo responsabile: se vi sia autenticità nell’incontro tra viaggiatori e comunità ospitante, se l’intermediazione dei Tour operator nella realizzazione e gestione dei pacchetti di viaggio sia eccessiva e se, l’identificazione del turismo responsabile con i viaggi nel Sud del mondo, non abbia trascurato la riscoperta e valorizzazione del patrimonio locale.

Nella prima parte si traccia una panoramica delle tendenze del settore turistico, evidenziando l’evoluzione del viaggio nella storia fino alla contemporanea epoca del turismo di massa; luci ed ombre del turismo odierno nei suoi impatti ambientali, economici e socio-politici. Si evidenziano, poi, le dinamiche di mercificazione culturale che tendono a contaminare lo scambio e l’incontro reciproco, partendo dal presupposto che questo rappresenta un’esperienza imprescindibile nella società attuale.

Nella seconda parte si espone il percorso della sostenibilità a livello internazionale, le sue diversificate componenti e l’esperienza semestrale di tirocinio presso l’Ong COSPE, nell’ambito del Progetto europeo TRES, concretizzatosi nel Festival I.ta.cà , primo evento in Italia dedicato alla promozione del turismo responsabile (26-27-28 giugno 2009), che valorizza e riscopre il patrimonio locale, sensibilizzando la società civile verso l’incontro con l’Altro ed infine l’istituzione di Nhelete, cooperativa sociale fondata da immigrati residenti a Bologna, che organizzano viaggi responsabili senza l’intermediazione di tour operator in Madagascar.