Maghi e viaggiatori

Il giovane Dondup sogna di andare in America, quel grande paese lontano dove tutto sembra possibile. Quando "Maghil’occasione arriva, Dondup perde l’autobus che lo avrebbe portato nella città più vicina da dove poter incominciare il suo viaggio. Deciso a proseguire, si trova in compagnia di un monaco buddista, un contadino e un artigiano di carta di riso con la sua giovane figlia. Il viaggio procede, tra l’insofferenza di Dondup e un racconto del monaco, di una strana coppia che viveva sulle montagne, dove un uomo teneva segregata la giovane moglie, fino all’arrivo di un giovane e lo scoppio della tragedia. Intanto i rapporti tra i compagni di viaggio si vanno progressivamente allacciandosi, fino a spingere Dondup a rivedere la propria filosofia di vita, cambiare i propri desideri e riavvicinarsi alle piccole e grandi cose del suo paese. Il regista, un prestigioso Lama, ha presentato personalmente il proprio lavoro al Festival Internazionale di Venezia.