Sguardi antropologici sul turismo

Raccolta di articoli che si propongono il duplice obiettivo: da un lato, evidenziare i rapporti che intercorrono tra teorie e metodologie proprie dello studio antropologico e il fenomeno quale il turismo sta assumendo nelle sue dimensioni imponenti; dall’altro, stabilire quale sia l’interesse che questi rapporti suscitano nell’antropologia italiana. Le riflessioni teoriche di questo lavoro forniscono un quadro di ampio respiro, da tematiche più specifiche, come la ritualità della vacanza, l’ecoturismo e l’etnoturismo, a contributi che esaminano la multiforme realtà del turismo in aree non occidentali, ossia nel continente africano e in quello asiatico. A conclusione anche uno sguardo all’Europa, con un contributo sul turismo culturale. Casi di studio: la Bulgaria e due articoli su Rimini, sia come spazio turistico in continua ricostruzione sia come contesto da cui emergono diversi costrutti dell’alterità.


Il dossier vuole impostare una ricerca che sottragga le letture antropologiche da sospetto di trovarsi di fronte a milioni di “idioti” di volta in volta culturali, sociali, economici e psicologici che eseguano pedissequamente i dettami della cultura, della società, dell’economia e della psiche, indagando il fenomeno nella sua complessità.