Turismo responsabile e CSR – Guida e confronto tra programmi di valutazione per uno sviluppo sostenibile

Negli anni 2009 e 2010, AITR e alcune organizzazioni straniere, come KATE, ATES e QUIDAMTUR, gestirono un progetto europeo denominato EARTH. Uno degli obiettivi del progetto era il confronto fra i diversi sistemi di reporting/certificazione nel turismo responsabile e la ricerca di un possibile percorso per pervenire ad un sistema unico europeo ispirato ai principi della Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR). Nel dicembre 2010 il progetto si concluse con la presentazione pubblica a Venezia dei risultati della ricerca, che ora vengono pubblicati "Turismoin questo libro.

Il presente lavoro intende offrire un contributo al dibattito in corso, focalizzando l’attenzione sullo studio dei principali programmi di valutazione del turismo responsabile e della CSR. Nel dettaglio i nove schemi analizzati sono stati messi a punto da: AITR, ATES, QUIDAMTUR, KATE, ATT, TOI e GRI, Responsibletravel.com, FTO e AITO.

L’obiettivo che si propone è duplice: da un lato definire il contesto di riferimento di tali metodologie, rilevare gli elementi in comune e quelli divergenti e valutare, anche con alcuni casi di studio (tre tour operator europei: il tedesco a&e reiseteam, l’olandese Corendon Intenational Travel b.v. e l’italiano Settenari s.p.a.) la loro efficacia e adeguatezza; dall’altro individuare e riflettere sulle problematiche e criticità che ostacolano la loro adozione da parte degli operatori, soprattutto di ridotte dimensioni.

Prima parte: analisi e confronto della molteplici definizioni di turismo responsabile e dei concetti ad esso legati, unitamente allo studio della CSR, in particolar modo riferita al settore turistico.

Seconda parte: descrizione e confronto delle principali metodologie di valutazione della responsabilità dell’impresa oggi esistenti a livello europeo e internazionale, con una conseguente riflessione sugli aspetti più problematici.

Terza parte: ulteriore confronto dei programmi studiati attraverso un modello matematico-quantitativo, al fine di individuare chiaramente e di sintetizzare le caratteristiche che li contraddistinguono e di definire la loro bontà ed adeguatezza nel monitorare il grado di responsabilità di un’impresa turistica. Discussione su cosa sia preferibile tra il riconoscimento e la condivisione di un unico sistema di valutazione o la promozione di una rosa più ampia di metodologie.