Vacanze etiche – Guida a 300 luoghi di turismo responsabile

Turism Concern è un gruppo di pressione inglese costituito da uno staff molto bene informato, nato nel 1989 che si occupa di sensibilizzare l’opinione pubblica sugli impatti del turismo, in particolare nei paesi del Sud del mondo. Nella prima parte la guida tratta, in modo discorsivo, del turismo nell’era della globalizzazione, degli impatti economici, ambientali e culturali, fornendo esempi e testimonianze dirette. Passa poi a spiegare cosa si intende per un turismo sotto il segno dell’etica, le finalità che si propone, come farlo e a chi rivolgersi."Vacanze

A questo punto inizia la Guida vera e propria, divisa nei cinque continenti, che sono preceduti da una breve ma realistica presentazione , con 300 schede che illustrano le realtà che propongono il turismo responsabile. Queste sono gestite da comunità, associazioni, tour operators, piccole agenzie di viaggio, produttori di caffè e famiglie di coltivatori, che mettono a disposizione complessi ecologici, lodge, hotel in riserve, guest house, campeggi, ospitalità in famiglia.

Le schede illustrano la tipologia di accoglienza, le attività proposte, le finalità economiche e sociali, oltre naturalmente agli indirizzi e-mail e telefonici.

La guida è un vademecum alle strutture più attente all’ambiente e alle culture locali, dove si può scegliere di vivere una vacanza rilassante o avventurosa, ma sempre e comunque nel rispetto dell’altro. Perché come dicono gli autori “anche viaggiando si può contribuire a realizzare un mondo più giusto, equo e solidale”.